helloimpresa.com

Feedback
SEI IN Editoria & autori Editoria e Autori Codice di procedura Civile

0 voti

E leggi complementari a tutela dell'impresa

Codice di procedura Civile

Cesare Cavallini ci presenta tutte le più recenti novità e aggiornamenti sul processo civile per conseguire risultati di efficienza e competitività

ARTICOLI CORRELATI

ALTRE NOTIZIE

Una nuova edizione del Codice di procedura civile 2014 e leggi complementari a tutela dell’impresa, quella di Cesare Cavallini che mira, anzitutto, a recepire le più recenti novità, in uno sforzo di aggiornamento della disciplina sul processo civile che il legislatore di questi ultimi anni ha individuato, a torto o a ragione, come uno degli strumenti attraverso i quali conseguire risultati di efficienza e competitività soprattutto per il mondo dell’impresa e dell’economia.

I principali interventi di novellazione hanno così riguardato il testo del codice, che è stato innovato in numerose disposizioni, come per l’introduzione di una “proposta di conciliazione” ad opera del giudice formulabile fino all’esaurimento della fase istruttoria (art. 185-bis) o di un ricorso congiunto per la nomina del professionista cui demandare le operazioni di divisione (art. 791-bis) - dal D.L. 21 giugno 2013, n. 69 modificato, in sede di conversione, dalla L. 9 agosto 2013, n. 98 (c.d. "decreto del fare").

“Sul piano della normativa complementare va ricordato” dice Cavallini, “come quest’ultimo provvedimento abbia, da un lato, opportunamente implementato la disciplina della domanda di concordato preventivo con riserva (art. 161 l.f.), introducendo obblighi e controlli a carico dell’imprenditore che debba ancora presentare il piano attestato; e dall’altro lato, abbia altrettanto opportunamente ridefinito la disciplina della mediazione obbligatoria contenuta nel D.Lgs. 4 marzo 2010, n. 28 e in più parti censurata dall’intervento della Corte costituzionale del 6 dicembre 2012, n. 272 (di cui si era dato conto sin dalla precedente edizione).

Giova poi sottolineare che nel corso del 2013 non sono mancati ulteriori circoscritti interventi di modifica della normativa complementare interna (si pensi alle novità apportate alla L. 24 marzo 2001, n. 89 dal D.L. 8 aprile 2013, n. 35 o alle modifiche introdotte al D.P.R. 30 maggio 2002, n. 115 dal D.L. 14 agosto 2013, n. 93 e dal D.L. 12 settembre 2013, n. 104). Ulteriori significative novità sono intervenute in ambito europeo (si pensi all’istituzione del “tribunale unificato dei brevetti per la composizione delle controversie relative ai brevetti europei” ad opera dell’accordo del Consiglio UE pubblicato sulla G.U.U.E. del 20 giugno 2013, n. 175).

Ma ancor più giova evidenziare come, all’inizio del 2014, si assistita altresì alla definitiva entrata in vigore di molte delle novità che erano state introdotte nel corso del biennio 2012-2013, soprattutto in materia fallimentare, ove una peculiare importanza assumono le nuove forme di instaurazione e svolgimento della istruttoria prefallimentare (art. 15 l.f.).

 

Link Editore

 

Pierluigi Prencipe
REDAZIONE ONLINE
Iscritto dal 12-10-2011

Lascia la tua opinione


Registrati gratis, la tua opinione sarà visualizzata nel post-it del sito

0
OPINIONI

Lascia la tua opinione

Registrati gratis e la tua opinione apparirà in Home page

Codice di sicurezza
Aggiorna

Vistatori/Mese

2890082

Pagine/Mese

3650024

Pageviews/User

1,8

Traffico/Mese

39,13GB

Time on Site

2:43

Search % Google

7,7%

Alexa Rank

31580

% Bounce

65%

Utilizziamo i cookie per migliorare la vostra esperienza di navigazione. Continuando a navigare nel sito si accetta la nostra politica cookie.ok